Marzola integrale

Print Friendly, PDF & Email


Ore 9:00 – Villazzano: appuntamento con Fabione e Matteo che sono partiti presto da Reggio Emilia. Dopo un piccolo problemino (mappe non aggiornate non sanno ancora che esiste l’uscita Trento sud…) eccoli pronti a preparare le loro mtb. Un saluto veloce a Giorgio&Giorgio che passano al termine del loro giro mattiniero ed eccoci sulla salita per il Rif. Maranza. Alternando asfalto e sterrato, infarcendo il tutto con un bel pezzo di tratturo, con un po’ di fatica raggiungiamo il Maranza…Cosa meglio di un bel tagliere e polenta per riprendere le forze? Lasciati sui tavolini le perplessità, ripartiamo per la salita allo Stoi del Chegul e quindi per la cima (solo uno di noi riesce a farla tutta in sella…gli altri prendono le ultime centinaia di metri con filosofia e con molta calma) che si raggiunge con un brevissimo tratto a spalla.

La vista dalla cima spazia dal Brenta, alle pendici del Lagorai e, se la limpidezza lo permettesse, fino a Venezia (non è il caso di oggi)…Dopo il meritato riposo, calziamo le protezioni (chi le ha…vero Matteo?) e si inizia la fantastica discesa che in 1500 metri ci riporta al punto di partenza. Tornanti, rocce, terra battuta, scalini con ghiaia, canaloni con sponde, rilanci…in questa discesa non manca proprio nulla!! Luca e Fabione spariscono subito e li rincontriamo ai vari bivi (fortuna che ce ne sono un po’)…, ma anche i fanalini di coda non si comportano poi così male se nel giro di 30 minuti siamo tutti e quattro davanti a birre e radler!

In attesa del video di Fabione, qui la galleria fotografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *